fbpx

Riscaldamento tradizionale

Il Riscaldamento Tradizionale

Parliamo di sistema di riscaldamento tradizionale quando l’impianto utilizza la distribuzione del calore dalla fonte (caldaia) agli apparecchi radiatori collocati in vari ambienti della casa, sfruttando il meccanismo della convezione. L’acqua viene riscaldata dalla caldaia raggiungendo la temperatura indicativa di 70°C, e viene spinta nel collettore grazie alla pompa di circolazione della caldaia: la distribuzione avviene attraverso le tubazioni collegate ai diversi dispositivi scaldanti dislocati nelle varie zone.

L’apparecchio scalda quindi l’aria della stanza, generando così moti convettivi che la fanno salire verso l’alto e diffondere il calore nell’ambiente. Termosifoni in ghisa, acciaio, alluminio, termo arredi, o termoconvettori sono alcune delle apparecchiature atte al trasferimento di calore: il dimensionamento viene fatto dal termotecnico, che in base ai propri calcoli stabilisce il corretto numero di elementi per ciascun radiatore.

Un impianto di tipo tradizionale ha generalmente bassi costi di manutenzione, la spesa per il combustibile è relativamente contenuta, ed è la soluzione ideale per scaldare velocemente la propria abitazione.